Fotoriproduzione

I documenti d'archivio non sono fotocopiabili.

E' attivo un laboratorio di fotoriproduzione che rilascia

  • riprese con fotocamera digitale a bassa risoluzione per documenti di formato A4/A3 al costo di euro 0,50 + il costo del CD o DVD pari a euro 2,50. Lo studioso potrà consegnare un suo CD purchè sigillato.
  • riprese con fotocamera digitale € 2,00 da stessa unità arch., € 3,00 da originale singolo + il costo del CD o del DVD pari a € 2,50.
  • riversamento di immagini da banca dati esistente da € 3,00 fino a € 12,00, + il costo del CD o del DVD pari a € 2,50.
  • San Rocco - Dal protocollo del notaio Mattielli in Montebello, 1618-1621 (ASVi, Notai b 10297)Le riproduzioni delle mappe austro-italiane e di alcune pergamene avverranno esclusivamente con riversamento da banca dati esistente. Sono state recentemente acquisite le immagini delle pergamene più antiche degli archivi dei conventi di Ognissanti, dei Santi Felice e Fortunato, di San Tomaso e di San Pietro di Vicenza.

    La riproduzione con mezzi propri è stata regolamentata il 29 agosto 2017 quando è entrata in vigore la nuova disciplina sulla riproduzione di beni culturali compresi quelli archivistici eseguita da parte di privati con mezzi propri (art. 1, comma 171 legge 124/2017). Questa ha apportato modifiche al comma 3 e al comma 3bis dell'art. 108 D. Lgs 42/2004. La circolare 33 del 7 settembre 2017 della DGArchivi ha dato disposizioni sulle modalità operative cui devono attenersi gli istituti.

    Responsabile: Paolo Ardinghi

    Le riproduzioni di documenti archivistici sono effettuate per uso strettamente personale e per motivi di studio e la richiesta va compilata su apposito modulo indicando esattamente la segnatura dei documenti.
    La disciplina stabilisce poi che la richiesta di copie per uso amministrativo, dichiarazione di conformità all'originale, (file PDF) vada compilata in bollo e vada corredata dalle eventuali marche da bollo.

    Autorizzazione a pubblicare. L’utilizzazione d’immagini di documenti per pubblicazioni a stampa è sottoposta a specifica autorizzazione da parte del direttore.
    La domanda va compilata su apposito modulo allegando 2 marche da bollo da euro 16,00. Sono esenti dall’imposta di bollo le amministrazioni dello Stato, le Regioni, le Province, i Comuni, le Comunità montane, i Consorzi e le Aziende Autonome, vedi art 16, Alleg. B DPR 26 ott 1972 n. 642; le associazioni ONLUS, vedi artt 17-18 D. Legsl. 4 dic. 1997 n. 460. In quest'ultimo caso le associazioni devono allegare la documentazione nella quale siano riconosciute come ONLUS.
    La concessione viene rilasciata in esenzione per i libri con tiratura inferiore alle 2000 copie e con prezzo inferiore a euro 77,47, e per le pubblicazioni periodiche scientifiche.
    Negli altri casi deve essere corrisposto un canone pari a tre volte il costo delle riproduzioni.
    E' possibile scaricare direttamente il modulo per la richiesta d'autorizzazione a pubblicare (documento in PDF).

    Responsabile del procedimento: Maria Luigia De Gregorio